Bonus Vacanze 2020 in Veneto

-Consigli di viaggio per visitare il Veneto nell’anno del Covid 19-

A seguito dell’emergenza coronavirus, il governo italiano ha predisposto un bonus per risollevare il turismo. Ma dove è possibile utilizzare il bonus vacanze 2020 in Veneto? Come rintracciare le strutture aderenti? Quali itinerari migliori per scoprire il territorio veneto?

Nell’articolo che ho preparato, ho realizzato una sorta di piccola guida pratica con alcuni consigli e informazioni per usufruire e sfruttare al meglio questo incentivo statale e promuovere il turismo della mia regione, il Veneto.

Bonus Vacanze 2020: Turismo in Veneto

Lo sapete che il Veneto è la regione più turistica d’Italia? Io ammetto che l’ho scoperto durante il lockdown, ascoltando una delle conferenze stampa del nostro governatore, Luca Zaia.

Un primato, quello del Veneto, motivato dal fatto che in Veneto c’è proprio tutto: mare, monti, colline, città e patrimonio UNESCO. Un viaggio itinerante in Veneto porta il turista a scoprire bellezze contrastanti e molto diverse, proprio perché il territorio è davvero eterogeneo.

Quindi, un viaggio in Veneto è un viaggio per tutti i gusti, sopratutto per le famiglie. Vediamo nel dettaglio.

LA COSTA ADRIATICA

Da Bibione al Delta del Po sono tantissime le spiagge pronte ad accogliere i turisti. Ci sono quelle località più adatte ai giovani, come Jesolo, e quelle più adatte alle famiglie, come Caorle e Bibione; quelle un po’ meno frequentate come Eraclea e Sottomarina, e meno frequentate, come Porto Caleri, a Rosolina Mare, e l’Isola di Albarella, un po’ più elitaria, che vi ho raccontato in questo post dedicato.

Tutte si sono messe in discussione per rispettare le misure sanitarie previste dalla Regione e dal dpcm: ombrelloni distanziati, accesso in spiaggia su prenotazione, distanziamento sociale e utilizzo dei dispositivi nella ristrutture ricettive.

Caorle e la sua chiesetta in riva al mare
Le case sui fiori all’Isola di Albarella
Il paradiso incontaminato della Spiaggia di Porto Caleri

LE DOLOMITI

La provincia di Belluno è la patria delle Dolomiti. Qui qualsiasi luogo si sceglie, si sceglie bene. Solo per segnalarvi qualche spunto di viaggio:

  • nelle immediate vicinanze di Belluno, il lago del Mis, con gli stupefacenti Cadini del Brenton, di cui vi ho parlato in questo post dedicato e la zona del Nevegal, la montagna delle famiglie, con i suoi enormi spazi verdi e ricchi di zone per giocare e passeggiare
  • Alleghe, con i grandi spazi formato famigia di Ally Farm,
  • Cortina, la perla chic delle Dolomiti e la zona dei laghi, con Auronzo e Misurina.
  • Arabba, molto vicina al confine con il Trentino Alto Adige.
  • Il Cadore con Pieve e il suo splendido lago balneabile e casa del grande pittore Tiziano; Santo Stefano, vicina al confine con il Friuli venezia Giulia
I Cadini del Brenton vicino al Lago del Mis
Il Lago del Mis e le sue acque turchesi
Il Punto Panoramico sull’Alpe del Nevegal
Pieve di Cadore e il suo lago

Nelle zone di montagna, il distanziamento sociale è sicuramente più facilmente praticabile: una bella passeggiata tra monti e boschi è quello che molti turisti cercano in questa estate difficile.

LA ZONA COLLINARE

La provincia di Treviso in modo particolare, bene si presta ad viaggio di qualche giorno alla scoperta della zona collinare del Veneto: la zona di Valdobbiadene e le Colline del Prosecco sono diventate da poco Patrimonio Unesco: caratteristici sono i borghi di Asolo, la città di Castelfranco, patria del Giorgione, Montebelluna e Vittorio Veneto.

Innamorati in Viaggio Castelfranco Veneto 2
Castelfranco Veneto e la cinta muraria

In provincia di Padova, i Colli Euganei sono una garanzia per immergersi nella quiete e nel relax: il borgo di Arquà Petrarca, patria del Petrarca, è sosta d’obbligo in questa zona dove si mangia divinamente in qualsiasi ristorante o agriturismo della zona.

Arquà Petrarca, Innamorati in Viaggio 1
Il borgo di Arquà Petrarca

La zona delle prealpi vicentine ospita l’Altopiano di Asiago, una delle montagne preferite dai veneti che non vogliono allontanarsi troppo. Si tratta di un’area che unisce sette comuni e il cui centro più importante è appunto Asiago, famoso per il suo goloso formaggio. Di Asiago ho scritto tanto perché qui abbiamo trascorso le prime estati di Marco. Vi rimando giusto ad un articolo generico sull’Altopiano di Asiago, ma ne trovate molti nella sezione dedicata alla provincia di Vicenza.

Asiago e le prealpi vicentine

LE CITTA’ D’ARTE

In questo periodo le città d’arte sono particolarmente vuote e quindi potrebbe essere proprio il momento giusto per godere appieno di queste bellezze. Vicenza, Padova, Belluno, Rovigo, Verona, Treviso e Venezia sono le città capoluogo del veneto e ognuna di loro è speciale per qualcosa.

Ci tengo a parlare di Venezia perché è la mia città. Io e Andrea abbiamo avuto la fortuna di visitarla a maggio, quando ancora c’era il blocco delle regioni e quindi era davvero per pochi. Ho raccolto tutte le mie emozioni e sensazioni in un articolo dedicato alla Venezia del post quarantena. E se potete, visitatela. Mai come in questo periodo è così bella! Con un velo di tristezza, ma infinitamente bella.

Venezia nel post Covid 19

FIUMI, LAGHI, PARCHI

Uno dei parchi più belli da non perdere in veneto è sicuramente il Parco Giardino Sigurtà, con i suoi sconfinati ettari di verde e tappeti di fiori. Per una gita in famiglia, da non perdere Gardaland, il parco divertimenti sicuramente più ambito d’italia che quest’anno, come ogni anno, presenta ugualmente grandi novità.

Parco Giardino Sigurtà in fiore

Il lago più famoso, e anche frequentato del Veneto, è senza dubbio il Lago di Garda, con le sue calette e i suoi borghi pittoreschi. Ma come vi dicevo prima, forse meno assaltati sono il Lago del Mis, il Lago di Santa Croce e il Lago di Misurina.

Se non siete tipi da spiaggia, una valida alternativa al caldo potrebbe essere una gita al fiume. In zona Cogolo,in provincia di Treviso, potrete trovare un bell’angolo ancora poco conosciuto dove trascorrere la giornata rinfrescandovi al Piave. L’acqua è davvero cristallina.

Spiaggetta balneabile sul fiume Piave

Dove trovare le strutture che aderiscono al Bonus vacanze 2020 in Veneto?

Non esiste un vero e proprio portale in cui sono riportate tutte le strutture che aderiscono al progetto, ma un sito secondo me attendibile e a cui io stessa mi sono affidata è Bed and Breakfast: all’interno del sito sono riportate le strutture che aderiscono all’iniziativa del Bonus Vacanza 2020 suddivise per regione. Qui trovate alcune strutture aderenti in Veneto. Ma non sono sicuramente tutte.

L’operazione che vi consiglio di fare, anche se più lunga e dispendiosa, è di cercare la struttura di vostro interesse e di contattarla direttamente, perché potrebbe aderire e non essere registrata sul portale di Bed and Breakfast.


Se non sapete come fare a richiedere il bonus o non sapete se rientrate nei criteri di inclusione per richiederlo, vi consiglio di leggere questo articolo di Profumo di Follia, dove io stessa ho appreso tutte le informazioni necessarie per fare la richiesta.

Facebook Comments

Autore dell'articolo: Ileana De Pasco

Ileana De Pasco, viaggiatrice, fotografa e scrittrice per passione. Mamma a tempo pieno, costruisce itinerario di viaggio pensati per tutta la famiglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *