Castelli del Veneto: visita a CastelBrando a Cison di Valmarino

L’autunno, anche se dalle temperature non sembra, è arrivato. La stagione autunnale bene si presta, a mio avviso, alla scoperta di piccoli borghi e castelli. Parlando di castelli del Veneto, noi oggi vi parliamo di  CastelBrando, uno scrigno incastonato tra i monti, una perla veneta che vanta una storia antica, una fama indiscussa e un fascino d’altri tempi.
…………………….

Castelli del Veneto: qualche informazione su CastelBrando

CastelBrando si trova  a Cison di Valmarino, in provincia di Treviso, sulle Pendici del Monte Castello e domina i Borghi di Valmerano e Cison. Vanta una storia millenaria e ad oggi è un hotel 4 stelle caratterizzato da camere, suite e appartamenti; una spa, ricavata nell’ala più antica del castello (con piscina, idromassaggio, bagno turco, sauna finlandese, percorso kneipp, sala fitness e area relax); il  ristorante pizzeria La Fucina e il Ristorante Sansovino (ricavato nell’ala del castello risalente al 1700); e vari Teatri, dove si svolgono conferenze, convegni e riunioni, sia all’interno che all’esterno del Castello.
A circa un’oretta di macchina da CastelBrando è possibile fare tappa a Castelfranco Veneto, città natale di un grande artista italiano, Giorgione. Trovate il nostro itinerario alla scoperta dei suoi tesori QUI.
Se non si è ospiti dell’hotel, il parcheggio dove lasciare le auto è posto ai piedi del Castello, da cui parte una funicolare  spettacolare che in pochi secondi porta direttamente all’entrata.
CastelBrando, Innamorati in Viaggio
…………………..
              Immagine di repertorio fornita da CastelBrando
…………………..

Castelli del Veneto: la visita a CastelBrando

La visita del Castello è guidata: si può scegliere tra due percorsi. Il primo di circa un’ora, al costo di 8 euro a persona, comprende la visita delle aree interne ed esterne del castello e di due musei, “CastelBrando in Armi” e “Potere e Giustizia” . Il secondo percorso dura mezzora in più, al costo di 10 euro e prevede lo stesso itinerario del primo percorso, con l’aggiunta del museo su “I costumi del Potere” e la Chiesa di San Martino. (il prezzo riportato si riferisce al 2015, anno della nostra visita).
Noi scegliamo il più completo. Verso mezzogiorno partiamo con la nostra guida alla scoperta delle viscere di un castello da sogno.
L’origine del castello risale all’età romana, a controllo e difesa della Via Imperiale Claudia Augusta, che permetteva il collegamento tra l’Adriatico e il Nord Europa. Divenne dimora dei Signori Da camino, passò sotto il comando delle Serenissima, che lo diede in feudo prima a Marin Faliero e poi ai capitani di ventura Giovanni Brandolino e Erasmo da Narni, detto il Gattamelata.
Fu la famiglia Brandolino a segnare la storia del castello perchè con loro il maniero venne ampliato nella parte centrale donando al castello uno stile veneziano.
La parte più recente del castello risale al 1700 ed è una struttura a ferro di cavallo, lineare e imponente ispirata al classicismo.
Rimase di proprietà dei Conti Brandolini fino a metà novecento: nel 1959 venne venduto ai padri salesiani, che lo utilizzarono come centro di studi spirituali. Nel 1997 CastelBrando venne acquistato dalla Quaternario Investimenti SpA che lo restaurò completamente realizzando il gioiello che noi ora possiamo visitare.
Il tour del castello inizia dall’esterno, dove ammiriamo i grandi baluardi difensivi, le torri, le merlature e  gli alberi immensi. Il castello ci riporta già indietro nel tempo e ci fa provare sensazioni di pace, tranquillità e silenzio, grazie allo splendido panorama che si ammira da quassù.
Immagine di repertorio fornita da Castelbrando
Nei criptoportici del castello, risalenti al 1700,  troviamo posizionate delle carrozze storiche, che hanno lo scopo di ricondurre il visitatore nell’atmosfera di corte. E ci riescono perfettamente. Possiamo ammirare carri e carrozze che hanno fatto la storia dei mezzi di trasporto, mostrandone la sua evoluzione.
CastelBrando, Innamorati in Viaggio 1
L’interno è maestoso, imponente, signorile, come un castello delle fiabe.
La reception è una sala grandiosa e molto luminosa, dove troneggia un arazzo con il nome del Castello.
Uno scalone in marmo bianco e tappeto rosso porta al Ristorante Sansovino, dove vengono organizzati i ricevimenti di nozze e per le occasioni speciali.
                 Immagine di repertorio fornita da CastelBrando
…………………
CastelBrando, Innamorati in Viaggio 3
…………….
           Immagine di repertorio fornita da CastelBrando
……………….
              Immagine di repertorio fornita da CastelBrando
Camminando sul red carpet dello scalone ci si sente veramente  delle principesse nel proprio castello incantato. e questa sensazione non fa che aumentare mettendo il naso dentro una sala del ristornate, agghindata con stucchi alle pareti, tavole apparecchiate alla perfezione, finestre da cui entra il sole speciale di questa giornata autunnale.
Ritornando alla hall, da questa zona si accede ad una corte interna: un cortile curato, tre piani di appartamenti e tanta tanta pace caratterizzano questo luogo che sembra isolato dal mondo.
Un altro luogo molto caratteristico del castello è la Chiesetta di San Martino, da cui si gode un’altro panorama sul territorio sottostante. Questa chiesetta molto caratteristica è sconsacrata, ma è possibile (e anche molto gettonata sopratutto da turisti stranieri) sposarsi all’interno con rito civile.
CastelBrando, Innamorati in Viaggio 4
CastelBrando in generale è un’ottima location per matrimoni, con i suoi giardini, i suoi spazi verdi, i suoi ristoranti, le sue sale decorate e luminose, e le sue camere e suite da principesse,  è un luogo perfetto per coronare il proprio sogno d’amore. Quindi, se per caso state organizzando le vostre nozze, pensateci !
Noi abbiamo partecipato alla nozze di due amici due anni fa e devo dire che l’effetto finale è veramente strepitoso. Erica ed Enrico hanno celebrato le loro nozze con rito civile nel giardino del castello, e poi abbiamo festeggiato al ristorante e nella taverna fino a notte fonda.
……………….

Castelli del Veneto: musei da visitare all’interno del Castello

Con il biglietto che abbiamo acquistato abbiamo avuto la possibilità di visitare i musei nelle viscere del Castello:
–   CASTELBRANDO IN ARMI: una mostra che permette di ammirare armi e armature che hanno caratterizzato circa 2000 anni di storia.
CastelBrando, Innamorati in Viaggio 2
–    POTERE E GIUSTIZIA: visitiamo le antiche prigioni del castello, secondo le regole processuali in uso a Valmareno tra il XVI e il XVII secolo.
–    I COSTUMI DEL POTERE: nella sacrestia della Chiesetta di San Martino un video ci presenta alcuni personaggi che hanno fatto la storia del Veneto, come per esempio, l’imperatore Claudio Augusto, il Doge Marin Falier, i Da Camino e Casanova.
Terminato il tour del castello ci è venuto un certo languorino e decidiamo di pranzare nel ristorante pizzeria dove si possono degustare piatti veramente ottimi a prezzi ragionevoli per essere pur sempre un hotel 4 stelle di tutto rispetto.
Immagine di repertorio fornita da CastelBrando
…………….
…………………………

Consigliamo vivamente CastelBrando per trascorrere una domenica tra storia, piccoli gioielli museali da scoprire, buon cibo, e aria buona e pulita.

A voi piacciono i castelli? Quali avete visitato? Raccontatecelo nei commenti
Immagine di repertorio fornita da CastelBrando
…………….
……………………….
Facebook Comments

Autore dell'articolo: Ileana De Pasco

Ileana De Pasco, viaggiatrice, fotografa e scrittrice per passione. Mamma a tempo pieno, costruisce itinerario di viaggio pensati per tutta la famiglia

2 thoughts on “Castelli del Veneto: visita a CastelBrando a Cison di Valmarino

    Dani

    (31 ottobre 2018 - 6:11)

    Sono sempre affascinata dalle dimore storiche. Questa non la conoscevo, ma mi sembra perfetta per una gita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *