Gita fuori porta di Ferragosto in Veneto: visita al borgo di Arquà Petrarca

Chiare, fresche et dolci acque,
ove le belle membra
pose colei che sola a me par donna; gentil ramo ove piacque
(con sospir’ mi rimembra
a lei di fare al bel fianco colonna;
erba e fior’ che la gonna leggiadra ricoverse
co l’angelico seno;
aere sacro, sereno,
ove Amor co’ begli occhi il cor m’aperse:
date udïenza insieme
a le dolenti mie parole estreme
……………………
Le rime di uno dei poeti più amati e popolari del nostro paese sembrano proprio riecheggiare nel suo borgo silenzioso, Arquà Petrarca.
E’ qui che due anni fa abbiamo deciso di trascorrere la nostra gita fuori porta di Ferragosto, tra l’aria fresca dei Colli Euganei, in mezzo alla natura e alla tranquillità.
Questo borgo veneto è famoso per essere stato inserito all’interno dei Borghi più belli d’Italia e per essere divenuto residenza del poeta Francesco Petrarca nel marzo del 1370 dove visse fino alla morte nel 1374.
Arquà Petrarca, Innamorati in Viaggio 1
……………………

Gita fuori porta di Ferragosto in Veneto: la processione nel borgo di Arquà Petrarca

Abbandonata la macchina in uno dei parcheggi della parte alta della città, ci ritroviamo subito immersi in un clima di festa e religiosità, in onore, oggi, della Vergine Maria assunta in cielo. Prendiamo parte a questa inaspettata ma molto gradita processione, che con molto probabilità si svilupperà attraverso le vie del borgo per giungere poi la chiesa di Arquà.
Arquà Petrarca, Innamorati in Viaggio 2
Ormai nelle nostre città tutto questo viene spesso dimenticato: qui si sente veramente il calore dei pochi abitanti stretti intorno a tradizioni antiche che venerano ancora ricorrenze importanti come questa.
Come immaginavamo la processione termina all’interno della chiesa del paese con una benedizione collettiva e una preghiera alla Vergine. E fuori dalla chiesa, la banda del paese a suonare a festa.
Si tratta della Chiesa di Santa Maria Assunta, di cui si hanno notizie già dal 1026. Si narra che proprio qui vennero celebrati i funerali del poeta.
E proprio di fronte alla chiesa è stata posta la Tomba del Petrarca, un arca in marmo rosso di Verona, che ancora oggi contiene le sue spoglie.
Arquà Petrarca, Innamorati in Viaggio 4
……………………
Arquà Petrarca, Innamorati in Viaggio 3
……………………

Gita fuori porta di Ferragosto in Veneto: visita alla casa del Petrarca

Terminata la processione, abbiamo gironzolato per le vie del borgo, tra piccoli negozietti e ristoranti dai nomi tradizionali, come “Da Laura” o “Laura e Francesco” e abbiamo proseguito fino alla Casa del Petrarca, che è possibile visitare al costo di 4 euro a persona.
La casa di trova in un angolo tranquillo del borgo, e vi si accede tramite un bel giardino che rievoca un labirinto.
La struttura originale dell’abitacolo risale al duecento, ma quando venne donata al poeta nel 1369, si racconta presidiò egli stesso ai lavori di restauro.
Dei due livelli abitativi, Petrarca ne riservò una parte per sè e la sua famiglia e una parte per la servitù. Alcuni elementi, come la loggetta rinascimentale e la scala esterna, vennero costruiti nei secoli successivi.
Arquà Petrarca, Innamorati in Viaggio 6
……………………
Arquà Petrarca, Innamorati in Viaggio 5
……………………
Arquà Petrarca, Innamorati in Viaggio 7
……………………
Arquà Petrarca, Innamorati in Viaggio 8
……………………
Arquà Petrarca, Innamorati in Viaggio 9
……………………
Arquà Petrarca, Innamorati in Viaggio 10
Al piano terra spicca una statua in gesso del poeta venne realizzata a Padova nel 1874 in occasione del quinto centenario della sua morte.
Le tempere che abbelliscono le pareti delle varie stanze non esistevano all’epoca del Petrarca, ma risalgono anche queste all’epoca rinascimentale e vennero fatte realizzare su commissione dei successivi proprietari della casa ispirandosi ai tempi del Canzoniere, ai Trionfi e all’Africa, tutte opere del poeta.
……………………

Gita fuori porta di Ferragosto in Veneto: pranzo al Ristorante la Montanella

Per pranzo, ci siamo regalati un bellissimo posticino, da cui si dominano i Colli Euganei, immerso nella pace e nella natura.
Spostandoci di qualche chilometro dal centro di Arquà, abbiamo raggiunto il Ristorante la Montanella, dove si può degustare un ottimo menù della tradizione veneta nel bellissimo giardino coccolati dall’aria fresca dei Colli oppure all’interno delle eleganti sale del locale.
La mise en place è all’altezza di un ristorante di alto livello e l’accuratezza con cui è addobbato il giardino è di tutto rispetto. Per non parlare della prelibatezza dei piatti, presentati con gusto e ottimi per il palato. I prezzi non sono eccessi, sebbene il servizio sia impeccabile.
Ristorante La Montanella, Innamorati in Viaggio 1
……………………
Ristorante La Montanella, Innamorati in Viaggio 2
……………………
Ristorante La Montanella, Innamorati in Viaggio 3
……………………
Ristorante La Montanella, Innamorati in Viaggio 4
……………………
Ristorante La Montanella, Innamorati in Viaggio 5
……………………

Gita fuori porta di Ferragosto in Veneto: eventi in programma ad Arquà Petrarca

Vi lasciamo con un appuntamento che animerà le strade di Arquà Petrarca nel caso in cui voleste visitarla nelle prossime settimane.
Da aprile e per una volta al mese, il borgo si anima dell’evento “Per le Vie del Borgo: hobbismo e antiquariato dal passato al presente“, giunto alla sua quinta edizione. Si tratta di una esposizione di oltre 50 stand con lo scopo di far conoscere il territorio scenderà tra le vie di Arquà animando questo borgo dal sapore antico.
Per chi fosse interessato, le prossime date sono:
– domenica 9 settembre,
-domenica 21 ottobre e
-domenica 11 novembre.
Qui trovate il link completo per informazioni riguardo questo evento: https://www.euganeamente.it/eventi/per-le-vie-del-borgo-arqua-petrarca-2018/
……………………
Facebook Comments

Autore dell'articolo: Ileana De Pasco

Ileana De Pasco, viaggiatrice, fotografa e scrittrice per passione. Mamma a tempo pieno, costruisce itinerario di viaggio pensati per tutta la famiglia

2 thoughts on “Gita fuori porta di Ferragosto in Veneto: visita al borgo di Arquà Petrarca

    Giovy Malfiori

    (6 agosto 2018 - 14:16)

    Arquà è un luogo spettacolare e te lo dico da innamorata persa dei versi di Petrarca. Io lo evito proprio nelle feste comandate e di domenica perché diventa tutto ciò che non voglio. Come Fontaine de Vaucluse, in Provenza, per il quale Petrarca scrisse i versi con cui inizi il post. Altro luogo da vedere in pace, fuori stagione, in un giorno qualsiasi.

      Ileana De Pasco

      (6 agosto 2018 - 15:03)

      Carino questo posto in Provenza che mi hai segnalato. Me lo segno per quando (spero presto) organizzerò un viaggio da quelle parti. Grazie mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *